Il 25 maggio, dalle 9 alle 18, presso la sala Convegni del CAMeC, in piazza Battisti 1, a conclusione del progetto di Arteterapia “Dalla città al museo alla città”, organizzato da ASL 5 Spezzino (Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali) in collaborazione con il dipartimento didattico del CAMeC e gli Archivi Multimediali del Comune della Spezia, si terrà la giornata di formazione “L’abilità nascosta – Percorsi di sostegno al progetto di vita”. Il convegno inaugurerà la mostra delle opere realizzate negli incontri di Arteterapia.
Il progetto, iniziato a gennaio 2012, si propone di utilizzare l’arte come base per promuovere inclusione sociale, competenze comunicative, relazionali ed autonomie. Elemento centrale dell’attività è l’utilizzo di tecniche digitali per favorire l’avvicinamento all’esperienza pittorica. Il laboratorio ha visto coinvolti i CTD di Gaggiola, Mazzetta ed i ragazzi del progetto “Una casa, una palestra di vita”. Apriranno i lavori il Sindaco della Spezia Massimo Federici, il Direttore Generale di Asl 5 Spezzino Gianfranco Conzi e Cristiana Maucci, responsabile del Dipartimento didattico del CAMeC.
Relatori del convegno saranno: Agostino D’imporzano (responsabile struttura disabili), Eleonora Acerbi (storico dell’arte, conservatore del CAMeC), Elena Giordano (Psicoterapeuta), Daniela Binelli (coordinatrice del progetto “Una casa, una palestra di vita”), Patrizia Drovandi (coordinatrice CTD Gaggiola), Gabriella Morelli (coordinatrice CTD Mazzetta), Valeria Fanfani (coordinatrice Attività Distrettuali Comune di La Spezia), Roberto Barichello (vicepresidente Associazione AGAPO), Cinzia Biggi (Associazione Insieme). Moderatore sarà Stefania Silvano (Direttore Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali). La giornata studio si propone, attraverso approfondimenti metodologici ed illustrazione di nuove progettualità, di fornire strumenti di sostegno alla costruzione del progetto di vita della persona disabile, in un’ottica non solo di presa in carico, ma anche di acquisizione di nuove autonomie e maggiore inclusione sociale. Elemento centrale sarà la costruzione di un progetto di rete che coinvolga le istituzioni, le associazioni dei familiari, il terzo settore, e che sarà finalizzato ad un’azione sinergica che eviti sovrapposizione di interventi e dispersione di risorse.
Esporranno i loro lavori: Federico Barichello, Elisabetta Bazzoli, Mario Benvenuto, Nicole Biondi, Gloria Cattani, Erika Chiodo, Francesco Cozzolino, Sandra Del Santo, Gianmarco Faconti, Maurizio Giani, Bruno Ialuna, Rosanna Maggi, Evelina Mattarazzo, Francesco Nieri, Alessandro Pompei, Simona Ronca, Luca Sommovigo, Luigi Susino, Luca Tedeschi, Luca Venturelli, Martina Zuffi.
La mostra, ad ingresso gratuito, resterà aperta fino al 1 Giugno.

 
Credits e info
 
  Partner  |  Link  |  Lingua  |  Site credits