La Finestra sul Golfo è uno spazio espositivo riservato ad un artista del territorio presente nelle collezioni permanenti. Nella piccola digressione esso è invitato ad affiancare all’opera appartenente alle raccolte del CAMeC altre particolarmente significative della sua produzione.

Nata nel 1956 a Castelnuovo Magra, Fiorella Bologna inizia ad esporre dal 1997 in mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara frequenta il corso di Arti Visive tenuto da Omar Galliani, affrontando nella tesi di laurea il tema del testo poetico nell’arte contemporanea.
Il suo lavoro attinge spesso da un vissuto intimo, giocoso, infantile, mediato da una memoria ancestrale. Il segno sottile della matita si alterna alla vivacità di materiali colorati: l’acrilico, i pastelli, le cere. Frequente l’impiego del collage. La parola, o intere frasi, in dipinti–poesia o dipinti–fiaba, restituiscono la biografia dell’autrice e le sue esperienze, e il concetto di infanzia universale e libera. Nella scultura e nelle installazioni Fiorella Bologna predilige materiali poveri come la carta e i tessuti usati, oltre a elementi propriamente organici, quali terra e semi.
Il ciclo di opere dal titolo Ti amo Federico (qui presentato in una selezione insieme al dipinto Contenitore appartenente alla collezione-donazione Battolini) vuole omaggiare il poeta Federico Garcia Lorca, attraverso un linguaggio composito, costituito da segno grafico, colore, scultura, poesia, video. La poesia ed i luoghi di Lorca rappresentano un materiale prezioso da esplorare: nell’estate del 2008 l’artista visita la casa natale del poeta in Andalusia, per captarne gli odori e le emozioni, raccogliere la terra da mescolare alla propria di Luni. Uno degli esiti di questa esperienza sarà l’installazione Il sentiero di girasoli, che vede la compresenza di terra ligure, terra andalusa e semi di girasole.

 
  Partner  |  Link  |  Lingua  |  Site credits