Con l’omaggio a Michele De Luca giunge al quinto appuntamento la rassegna “Finestra Sul Golfo”, spazio dedicato ad artisti del territorio presenti nelle collezioni permanenti del CAMeC.
Nato a Pitelli (La Spezia) nel 1954 ma da molti anni residente in prevalenza a Roma, artista visivo e poeta conosciuto ed apprezzato in ambito nazionale, Michele De Luca si forma al Liceo Artistico di Carrara e all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dopo molteplici esperienze pittoriche, musicali e teatrali, ha lavorato come scenografo in teatro e cinema. A Roma dai primi anni Ottanta prosegue la sua ricerca artistica, culminante nella prima personale nella capitale, nel 1987, con dipinti di carattere espressionista, fortemente segnati da un’introspezione ossessiva. Partecipa quindi a mostre sulla giovane arte italiana. Nel frattempo sue poesie cominciano a circolare su riviste di letteratura interessando la critica letteraria. Ha esposto in numerosi spazi pubblici e privati in Italia e all’estero. Vive e lavora in Liguria e a Roma, dove insegna all’Accademia di Belle Arti.
Egli coltiva una distintiva e meditata linea di ricerca astratta, che vede nella luce, componente anche fisica che interagisce con la pittura, un dato di costante riferimento. L’esposizione al CAMeC è come di consueto composta dalle opere appartenenti alle raccolte del Centro e da alcune altre scelte dall’artista stesso a rappresentare il percorso e l’attualità del suo lavoro. Titolo della mostra è Passo-passo, poesia che il visitatore potrà leggere accanto alle opere pittoriche esposte: essa allude al lento andamento della pittura, che mano a mano, o appunto passo-passo, avanza nella ricerca individuale dell'artista in cerca di nuove visioni e nuove emozioni.
 
Credits e info
 
  Partner  |  Link  |  Lingua  |  Site credits