Interventi e testimonianze, tavola rotonda e dibattito
CAMeC, 21 gennaio 2006 - ore 15,30

Gli anni di Adel
Protagonisti ed evente dal '50 al '70 e oltre
Sabato 21 gennaio 2006, presso la Sala Conferenze del CAMeC, si svolge il secondo appuntamento de Il Porto Insonne. Vocazione di una città, il cui titolo sottolinea la ‘vitalità’ del Centro, sempre disponibile a digressioni e approfondimenti in parallelo all’attività espositiva ordinaria, e la necessità di interscambio del CAMeC con il territorio, con l’intento, fra l’altro, di approfondirne la vivace storia culturale.
La libreria-galleria ADEL, le sue vicende, il suo indimenticato artefice, Attilio Del Santo, rivivranno attraverso la voce di numerosi testimoni, e un’ampia messe di documenti fotografici e d’archivio (volumi con dedica, corrispondenza, biglietti d’invito, ritagli di giornale) conservati dal figlio Angelo. Questi per l’occasione ha messo a disposizione anche parte della raccolta di dipinti a lui rimasti, che sono esposti nella Sala Conferenze del CAMeC insieme ad alcune opere appartenenti alle due collezioni civiche, Battolini e Cozzani, acquisite dai donatori proprio alla ADEL.
La Libreria nasce nel 1951 in via dei Colli, ad un passo da piazza Verdi; gestita in principio con il socio Vittorini, nel 1952 si trasferisce in corso Cavour 44, sede ‘storica’ e a tutti familiare, dove Attilio continuerà da solo il suo cammino, trasformandola in libreria-galleria, formula singolare e riuscita: nel corso di almeno vent’anni gli accoglienti locali progettati dall’architetto Franco Grana, nipote del celebre Franco Oliva, ospiteranno importanti mostre di artisti italiani e stranieri, molti dei quali, ‘presi a prestito’ dal Premio del Golfo, la rassegna-concorso che dal ’49 al ’65 richiama alla Spezia le più autorevoli voci e le più significative promesse della produzione pittorica nazionale (rinato nel 2000, dal 2004 il Premio del Golfo viene organizzato e ospitato dal nuovo Centro d’Arte Moderna e Contemporanea).
Nel periodo ‘d’oro’ della Galleria ADEL espongono alla Spezia, fra gli altri, Roman Bilinski, Gastone Breddo, Xavier Bueno, Corrado Cagli, Felice Carena, Bruno Cassinari, Vincenzo Ciardo, Romano Conversano, Roberto Crippa, Nazzareno Cugurra, Filippo De Pisis, Virgilio Guidi, Renato Guttuso, Mino Maccari, Giacomo Manzù, Carlo Montarsolo, Gabriele Mucchi, Enrico Paulucci, Pablo Picasso, Enzo Pregno, Bruno Saetti, Aligi Sassu, Simon Segal, Ardengo Soffici, Adriano Spilimbergo, Orfeo Tamburi, Arturo Tosi, Cesare Zavattini e gli spezzini Gino Bellani, Giancarlo Calcagno, Gian Carozzi, Angelo Destri, Mauro Fabiani, Vincenzo Frunzo, Carlo Giovannoni, Augusto Magli, Angelo Prini, Maria Questa, oltre alle nuove generazioni, rappresentate fra gli altri da Renzo Borella, Andrea Michi, Franca Molignani, Francesco Vaccarone. Testimonianze fotografiche e scritti documentano il rapporto speciale instaurato con Mino Maccari, assiduo frequentatore della città in quanto membro della Giuria del Premio del Golfo, e Sandro Pertini, legato ad Attilio da profonda amicizia. Sergio Fregoso vi trova ospitalità per la sua primissima esposizione di lavori fotografici. In mostra anche alcuni disegni umoristici realizzati dall’amico Gino Patroni.
Dalla metà degli anni Settanta circa l’attività espositiva cessa, mentre prosegue quella eminentemente libraria, chiamando generazioni di lettori, sempre colpiti dall’impatto con il luogo, stracolmo di volumi accatastati in ‘meticoloso’ disordine.
Alla fine degli anni Ottanta Attilio va in ‘pensione’, ma la libreria resta, gestita dai giovani Monica e Romano, e dal ’94, con il rientro di Angelo Del Santo in città, la ADEL ritrova la sua veste di libreria-galleria, con particolare attenzione alla fotografia, e ritorna ad essere meta della sosta pomeridiana, delle conversazioni e dissertazioni dei vecchi e nuovi frequentatori, di autorevoli incontri con l’autore. Nel ’98 purtroppo la ADEL chiude definitivamente i battenti.
Il pomeriggio di approfondimento al CAMeC vede il contributo e l’intervento di numerosissimi ed autorevoli frequentatori della libreria-galleria, tra gli altri:
Ferdinando Acerbi, Fernando Andolcetti, Ettore Alinghieri, Varese Antoni, Ferruccio Battolini, Mara Borzone, Marisa Buffatto, Umberto Burla, Marco Buticchi, Maurizio Cavalli, Marco Cattaneo, Roberto Cerati, Gabriella Chioma, Valerio Cremolini, Angelo Del Santo, Francesca Del Santo, Monica Fiorini, Renzo Fregoso, Spartaco Gamberini, Pier Vittorio Gatti, Giuliano Luvisotti, Maurizio Maggiani, Franco Marmori, Arrigo Petacco, Antonello Pischedda, Pia Spagiari, Gabriella Tartarini, Dario Vergassola, Vittorio Zagone.
 
  Partner  |  Link  |  Lingua  |  Site credits