Raccolta

   
   
   
Piano 2°
Collezioni permanenti
 
 
   
Millecentocinquantasette opere formano la collezione donata da Giorgio e Ilda Cozzani nel 1999 al Comune della Spezia; fra queste un’ottantina di sculture, circa trecento fra disegni e dipinti e un’imponente raccolta di grafiche documentano il ‘900 spaziando in ogni direzione. Una vicenda durata più di cinquant’anni, dove si mescolano rapporti amichevoli fra il collezionista spezzino, primario dermatologo, con artisti e galleristi, viaggi in Germania e in Francia alla ricerca del pezzo mancante, visite e acquisti alla Biennale di Venezia, alla Quadriennale Romana, a Kassel per Documenta.
Fra i numerosi nuclei tematici, raccolti con grande competenza e lungimiranza, vanno segnalati l’Espressionismo, dalle xilografie degli esordi ai Neue Wilden, il Bauhaus, il Surrealismo, la Figurazione del secondo dopoguerra, il Gruppo degli Otto, una buona rappresentanza Informale, il gruppo Cobra, una presenza Spur probabilmente unica in Italia. Non mancano alcune importanti testimonianze dello Spazialismo e dell’Astrattismo Geometrico fino alle correnti più recenti, quali l’Arte Cinetica e Programmata, l’Optical, l’Arte Concettuale e Minimal, l’Arte Povera, il Pop più tipico e quello meno noto, e ancora la Land Art, il Fluxus, la Body Art e la Performance vissute in prima persona, partecipando agli eventi, la Transavanguardia.
 
Le collezioni civiche sono esposte a rotazione
 
  Partner  |  Link  |  Lingua  |  Site credits