Presso l’Auditorium del CAMeC si apre una mostra dedicata a Vittorio Sopracase e alla sua ultima produzione, culminante nella appena conclusa e molto apprezzata partecipazione alla Quadriennale di Roma del 2008.
Accanto all’opera di ritorno dalla capitale, Deux temps dans le même temps, grandissimo dittico che si estende per oltre tre metri, figura una piccola selezione del prolifico lavoro degli ultimi due anni, che prosegue una percorso coerente lungo una ricerca sedimentata e accurata nell’ambito della pittura astratta.
Così Bruno Corà in catalogo: “[…] Con il titolo Deux temps dans le même temps, 2007-2008, una grande tecnica mista su tela (dittico irregolare, cm 120 x 328 x 8) Sopracase torna a rimettere in gioco modi della sua gestualità che avevano già raggiunto esiti di rilievo, ma che ora sembrano dilatarsi fino a registri che si estendono oggettivamente oltre i confini del telaio stesso dell’opera. Sono sintomatici, in tal senso, i due lembi sottili di piombo, quasi impercettibili nell’economia della grande opera, residuali debordanze sia materiologiche che spaziali di una prassi momentaneamente interrotta. […] Il grande dittico, molto più che in precedenti tele, appare attraversato in tutta la sua orizzontale estensione da una mobilità di fenomeni cromatico-segnici intensissima. Campiture recanti effetti vaporosi di colore si alternano a stesure spatolate, a segni lineari sottili come giunchi e fili d’erba, a impronte che rivelano lo strumento ora asportante il colore, ora prodigo di pigmenti ceduti in velocità”.

Il volume contiene inoltre un’antologia critica e i contributi inediti di Raffaella Fontanarossa e Andrea Marmori.
In occasione della mostra Vittorio Sopracase ha deciso di regalare alla città una sua tela, Le ottave del vento, eseguita nel 2003/2004 e già esposta al CAMeC in occasione della grande esposizione L’arte del lavoro, il lavoro dell’arte.

A latere dell’omaggio all’artista, per martedì 11 novembre, ore 17.30, è previsto un incontro-convegno in collaborazione con la CGIL della Spezia, dal titolo Il sindacato pittori CGIL: gli anni dell'impegno. L’artista si è infatti distinto nell’attività dell’organizzazione in qualità di segretario provinciale dal ‘68 all’82 ed è stato membro del consiglio nazionale dal ’67 al ’76.
 
Scheda tecnica
   
  Partner  |  Link  |  Lingua  |  Site credits